Mimmo GIULIANO - Direttore artistico - cell. 368.3310000
  

"A duminica si riposa...silenziu!"

commedia brillante in due atti di Emanuela Giuliano
Direzione artistica e regia di Mimmo GIULIANO


in scena il:
- 16 gennaio 2010 in Messina al teatro SAVIO nell'ambito della 3^ Rassegna teatrale "ZANCLE" premio "ADOLFO CELI", 
- 27 e 28 febbraio 2010 a S. Venerina (Ct)
- 3 luglio 2010 all'arena del teatro Savio in Messina,
- 17 agosto 2010 nel Comune di Mandanici (Me)

Repliche:
 -Sabato    2 agosto 2013 in Messina
 -Domenica 11 agosto 2013 in Venetico


(la sinossi):

Anche quest’anno gli attori della Compagnia teatrale LEDIMIGI sono in scena con un nuovo lavoro ed il primo appuntamento è stato al Teatro Savio nell’ambito della 3° edizione della Rassegna teatrale Zancle premio Adolfo Celi, successivamente l'opera verrà replicata in S. Venerina (CT) il 27 ed il 28 febbraio.

            La compagnia, ormai nota per avere un modo del tutto peculiare di trasmettere il proprio divertimento al suo pubblico, mantiene fede alla tradizione, proponendo, con la direzione artistica e regia di Mimmo Giuliano, una commedia brillante in due atti di Emanuela Giuliano.
            A fare da sfondo alle esilaranti situazioni, al gioco mimico, alle battute fulminanti, la nostra città di Messina. Protagonista è una tipica famiglia medio-borghese messinese, che con i suoi ritmi, il suo essere solare, comica anche quando non vuole esserlo… Una comicità che ha richiesto un lavoro attento e mirato sul singolo attore, per portarlo a quella spontaneità nelle parole e nei gesti, dove, con una semplicità sorprendente, tutto diventa magicamente teatro, con intrecci tra personaggi fortemente caratterizzati e situazioni comiche al limite del paradossale che fanno immedesimare gli spettatori fino a riconoscersi in manie e difetti propri dei personaggi descritti.
             Così che prende vita questo nuovo lavoro.
- Antonio Orefice, capofamiglia apparentemente burbero, dedica la domenica assolutamente al riposo ed alla quiete, dopo una settimana di ”fatica”, non chiede, quindi, altro che un po’ di silenzio per poter dormire… che immancabilmente viene rotto da una serie di inconvenienti a cui contribuiscono;
- la “suocera-mamma-moglie” Gemma, donna energica che ha cresciuto i figli di Antonio e manda avanti da anni la casa, sognando di possedere un televisore che possa garantire a lei ed a sua nipote Teresa, lo “spasso serale” a cui hanno diritto;
- il commesso Donnarumma, che non brilla per acume;
- la figlia Teresa ed il futuro genero Gioacchino, sempre malato;
- Macaluso apparentemente, pericolosissimo bandito, evaso dal carcere, che si introduce in casa e prende tutti in ostaggio in attesa di poter espatriare;
- una intervistatrice ed una vicina, entrambe molto invadenti;
- Persico maresciallo dei carabinieri ed un dottore, coinvolti loro malgrado.

            Questa è la cornice di una serie incalzante di colpi di scena e gag esilaranti con cui i personaggi s’intrecciano dando vita ad una surreale, ma altrettanto tipica, atmosfera di una casa entrando ed uscendo… ovviamente di domenica!

            Date le ottime premesse, questo appuntamento con la Compagnia LEDIMIGI è decisamente da non perdere, anche perché le situazioni comiche, i fraintendimenti e gli equivoci accompagnano lo spettatore ad un finale… tutto da gustare.